Vai al contenuto

Scelta dei materiali in protesi totale

La scelta dei denti


Scopriamo insieme quale tipologia di denti è più idonea al nostro lavoro e quanto questa scelta puo' rivelarsi determinante ai fini della stabilità e dell' estetica.

denti artificiali

I denti artificiali vengono utilizzati nella maggioranza delle riabilitazioni protesiche rimovibili parziali, totali, e su impianti. Vengono venduti sotto forma di file per essere successivamente riadattati ed in alcuni casi personalizzati dal laboratorio odontotecnico I denti artificiali sono largamente usati per la costruzione di molte tipologie di protesi e rappresentano una fascia consistente e molto appetibile del mercato dentale. Essendoci molta confusione e poca consapevolezza sull'importanza di una buona scelta anatomico-funzionale, si usano i denti artificiali sulla base del produttore o del tipo fornito dal deposito dentale o di promozioni in atto.


Centri Dental la qualità prima di tutto anche dove non si nota

Differenze tra denti in ceramica e resina

I denti in ceramica sono i denti più resistenti all'usura ed i più estetici ,essi vengono ottenuti per fusione da una miscela di polvere e liquido. La polvere contiene caolino feldspato,quarzo, il liquido è composto da un materiale organico, di solito composto da acqua amido, gomma. Nella fase finale della preparazione vengono inseriti nelle forme dei denti dei perni di ritenzione metallici che ne permetteranno l'ancoraggio del dente alla protesi tramite ritenzione meccanica questo perchè a differenza di altri materiali la ceramica non lega con le altre resine utilizzate per la costruzione della protesi. Questo materiale oltre alle ottime caratteristiche estetiche sopra mensionate, presenta diversi svantaggi da tenere in considerazione.

Il primo svantaggio è che è essendo molto resistente all'usura, può creare probblemi ai denti naturali o in resina sottostanti qualora ce ne fossero, inoltre è molto difficile adattare questo tipo di i denti in spazi stretti.

Il secondo anch'esso non trascurabile, consiste nelll'estrema fragilità in caso di caduta accidentale della protesi che potrebbero danneggiarsi facilmente.

Il terzo aspetto, consiste nelll'estrema fragilità in caso di caduta accidentale della protesi che potrebbero danneggiarsi facilmente i denti

Quarto aspetto non trascurabile e che l'applicazione di questi denti appesantisce la protesi e la rende più rumorosa rumorosa nella fase masticatoria rispetto alle protesi con denti tradizionali in resina.

Denti resina PMMA per protesi e stratificati

I denti in resina convenzionali vengono prodotti con polimetilmetacrilato (PMMA). Attualmente vengono utilizzati tipi di resine particolarmente resistenti e di aspetto estetico valido: Double Cross-Linked (DCL) che consentono di ottenere protesi più resistenti all'usura. Le resine utilizzate per questa tipologia di denti contengono all'interno molecole di polietilene ad altissimo peso molecolare che ne aumentano la resistenza all'usura e alle fesurazioni. Questo inserimento avviene tramite un processo di stratificazioni (3 o 4 strati) che ne determinano un miglioramento estetico (maggiori sfumature e profondità del colore ) rispetto a quelle dei denti in PMMA tradizionali.

La scelta dei denti anteriori

La protesi per ottenere una buona stabilizzazione deve tener conto di alcuni paramentri fondamentali che interessano anchela scelta delle forme occlusali ( profondità delle cuspidi e delle fosse dei denti ) in base alla tipologia delle creste gengivali, all'arcata antagonista,al tipo di trattamento riabilitativo,alla classe edentula.

Tipologia delle creste

La studio della conformazione delle creste gengivali residue (gengive ) è determinante per la corretta scelta dei denti posteriori.Le creste gengivali si possono si possono classificare nel modo seguente.

Studio della conformazione delle creste gengivali residue (gengive ) per una corretta scelta dei denti posteriori.

Classificazione creste gengivali

Creste normali: sono creste ben rappresentate nei rilievi, con una gengiva aderente al tessuto osseo. Queste creste sopportano bene il carico masticatorio, per cui possono essere utilizzati tutti i tipi di denti artificiali, anatomici, in resina, in ceramica.


Creste fluttuanti: la cresta alveolare (osso) è completamente riassorbita ed al suo posto rimane una formazione epitelio-connettivale a forma di cordone molto mobile. Questo tipo di creste sono molto delicate e non sopportano grandi carichi quindi sono consigliabili denti con tavolati occlusali ristretti e poco definiti (denti semianatomici o non anatomici). Sconsigliabili sono i denti anatomici e in ceramica si preferiscono invece i materiali più teneri come il PMMA o derivati.


Creste riassorbite: il processo alveolare è completamente riassorbito ma la mucosa è rimasta aderente a esso e quindi non c'è fluttuazione. Si possono usare in questo caso denti in resina anatomici o semiamatomici

Don`t copy text!