Vai al contenuto

Protesi totale flessibile

La protesi totale un arte costruttiva dove  l’esperienza fa la differenza

Protesi dentale mobile

Nel mondo dell’odontotecnica moderna la costruzione della protesi mobile rimane ancora una delle pochissime cose artigianali che ancora non si possono programmare da un computer e che a differenza di altri protocolli protesici ,nel tempo, non ha subito variazioni concettuali nella realizzazione e dove il bagaglio di esperienza acquisito nel tempo fa ancora la differenza.

Esiste la possibilità di costruire una protesi totale funzionale completamente morbida?

Spesso ci viene rivolta questaa domanda,cioè se è possibile realizzare una protesi totale morbida come un guanto gommoso che avvolge e massaggia la nostra gengiva durante la masticazione. La risposta è no, al momento le uniche prodotte con un buon risultato sono quelle della foto anche queste danno sollievo ma non durano molto perchè commestibili. Al momento non esiste una protesi funzionale completamente morbida, per delle difficoltà oggettive che andremo a scoprire insieme

Il primo motivo è che nessuna protesi completa o parziale che si rispetti puo essere progettata morbida ma flessibile, e la differenza è sostanziale in quanto una protesi completamente morbida tenderebbe ad assorbire  liquidi e placca batterica difficilmente asportabili, causando proliferazioni batteriche alterazioni del gusto,decolorazioni e alitosi importanti oltre ciò per renderla finzionale allo scopo preposto bisognerebbe paradossalmente aggiungerci anche dei denti morbidi per evitare che il carico masticatorio che nella funzione masticatoria (può raggiungere una pressione di 45-68 kg arrivando fino ad un  massimo di 150 kg) vada a concentrarci solo in alcune zone circoscritte nella mucosa  gengivale e non ridistribuite in maniera omogenea su tutta l’area perimetrale come avviene nelle protesi rigide tradizionali o flessibili.


Morbide ma poco modificabili

Altro motivo e la difficoltà di realizzare delle modifiche  strutturali  o manutentive durante e dopo la realizzazione protesica. Nonostante le nuove tecnologie ne  permettano oggi la realizzazione di dentiere più stabili e performanti che in passato, la protesi mobile totale a causa del suo naturale e fisiologico riassorbimento osseo, avrà bisogno di essere nel tempo riadattata periodicamente in modo soggettivo  per permetterle di uniformarsi ai cambiamenti fisiologici dei tessuti sottostanti, (operazione meno importanti per  quelle parziali perché aiutate nella stabilità dai ganci )


novita protesi totali

Quali sono le novità per ottenere una protesi totale più confortevole e performante?

Come già detto dal punto di vista concettuale le protesi totali non hanno subito quel  processo tecnologico digitale che ha interessato parte della nuova odontoiatria protesica con l’avvento di scanner e fresatrici digitali ma nel tempo si sono affacciati nuovi materiali che hanno reso le protesi totali più confortevoli e precise, oltre a ridurne il peso e gli spessori minimi senza comprometterne la stabilità e la resistenza alla frattura.


La protesi dentali termo iniettabili Centri Dental per protesi totale

Questa nuova generazione di resine termo iniettabili, si distinguono da quelle tradizionali in quanto il precesso di polimerizzazione si svolge all'interno di  un macchinario apposito a una temperatura di 260 gradi  tramite pressatura meccanica a 6 bar in un unico crogiuolo di stampo (muffola).

Questo procedimento permette alla protesi  di acquisire un grado di stabilità dimensionale superiore nei dettagli rispetto agli altri sistemi di pressatura convenzionali, compattandosi ad elevata pressione questo materiale permette un ottimale resistenza alla flessione permettendo alla protesi di flettere nei suoi spessori linguali quanto basta per ottenere una buona suzione (effetto ventosa per la protesi superiore ed ottenere un minore ingombro linguale). Infatti contribuando a ridurre gli un terzo gli spessori più invasivi delle protesi rendendola più leggera e sottile nelle zone di maggior disagio senza incorrere nel rischio di indebolire la protesi creando zone troppo fragili e soggette a frattura. Inoltre grazie alle proprie capacità di resistenza questa tipologia di protesi è giudicata idonea anche alla realizzazione di soluzioni più elaborate come nel caso in cui si decida di modificare la protesi inserendo dei microimpianti all’interno della gengiva.

Protesi dentali flessibili quanto basta ma adattabili

 Questo materiale scelto e proposto nei nostri centri di riferimento Centri Dental oltre al fatto di esssere un materiale anallergico ed altamente compatibile per le mucose, presenta una forte grado di duttilità permettendo alla protesi di essere  modificata nel tempo con facilità con ribasature o  lievi modifiche strutturate difficili ad altri materiali (vedi articolo sopra)  questo grazie alla sua caratteristica di unione chimica molto forte con i materiali  tradizionali o essere implementata con  resine termo adattabili  o morbide mantenendo sempre degli spessori minimi.


La protesi dentali termoadattabili, adattabili quanto serve.

protesi dentale termoadattabile
Protesi su base termoadattabile

La vecchia protesi mobile totale si evolve e diventa più confortevole. Questo nuova tipologia di protesi mobile totale è caratterizzata da una base più morbida generalmente di pochi millimetri e termo adattabile ad una temperatura corporea di 38 gradi che ammorbidendosi in bocca dopo pochi minuti ne aumenta la tenuta ordinaria,questo strato leggermente morbido a contatto con la mucosa rende la protesi totale più confortevole e stabile oltre ad aumentarne la suzione specialmente in quelle superiori  dove l’effetto ventosa diventa fondamentale.


A differenza di altre soluzioni di protesi totali tradizionali adottate in passato, la protesi su  base termoadattabile  viene utilizzata su pazienti  che hanno problemi ad accettare una protesi tradizionale ed aiuta i processi di adattabilità a questo tipo di protesizzazione, il materiale di nuova generazione derivato dal plastulene  mantiene inalterate le caratteristiche iniziali della protesi  e non necessita di precauzioni diverse da quelle delle protesi comuni, una volta finito il periodo critico di adattamento, se il paziente lo richiede può essere rigenerata  facilmente con lo stesso materiale e può essere ritrasformata in una protesi tradizionale durante le normali fasi di vita della dentiera stessa.

Don`t copy text!